CONCORSI E SELEZIONI   BANDI DI GARA  NEWS
 HOME   MAPPA   CONTATTI CERCA:
 
   SERVIZI ON LINE   RICETTIVITÀ   EVENTI
27 aprile 2017  
ORGANI ISTITUZIONALI
> Giunta
> Consiglio
ISTITUZIONALE
SERVIZI
> Struttura dell'Ente
> Ufficio Staff del Sindaco
> Segretario Comunale
> Risorse al Cittadino
> Affari Generali
> Tecnico
> Vigilanza
AREE TEMATICHE
> Scuola
> Sanità
> Urbanistica
> Cultura e Sport
> Politiche Sociali
> Servizi Demografici
> Tributi
> Attività Prod.Commercio
> Vigilanza
> Ufficio Stampa
> Elettorale
> Sviluppo Informatico e    Tecnologico
> Incarichi professionali
> Ambiente
> Protezione Civile
> Formazione
> URP
> Matrimonio
> Opere Pubbliche
> EMAS
> Manutenzioni
> Lavori Pubblici - Espropri
BANDI CONCORSI AVVISI

> Avvisi
> Bandi di Gara
> Esito Bandi di Gara
> Concorsi e Selezioni
> Esito Concorsi

UTILITY
> Numeri Utili
> Link
AREA RISERVATA
username

password
NEWS
 Stampa la pagina

LA RIevocazione a LARI


Domenica 25 settembre - dalle 15:00 alle 19:00 -

il Castello e la piazza ai suoi piedi torneranno al XVI secolo. Nell'ambito del settembre larigiano, l'Associazione Culturale “Il Castello” presenta la nuova edizione de "LA RIevocazione". Tema di quest'anno: il gioco e la superstizione. Un salto indietro di cinque secoli con un particolare punto di osservazione: quello dei giochi. I divertimenti del popolo, nella piazza e nella taverna ai piedi del castello, per poi salire alla rocca i cui spazi ospiteranno i divertimenti della corte.

Dunque un percorso che avrà il suo punto di partenza tra i giochi popolari, quelli che animavano le piazze e le taverne, spesso al margine della legalità e in contesti in cui povertà e superstizione la facevano da padrone. Pochi passi più in là la salita che porta al Castello, nelle cui sale sarà ricostruita un'ideale corte, composta da nobili dame e signori, dove i giochi avevano funzione di passatempo e di esercizio intellettuale. Nel cortile interno gli esercizi di spada e di caccia, con la falconeria: ovvero i divertimenti dei nobili rampolli.

Un ulteriore punto di vista sul tema lo fornirà la zona più fredda e inospitale del castello, che da sempre ospita il carcere e il tribunale, che sarà illustrata dai secondini e da altri figuranti. Perché il gioco (e le truffe che spesso ne nascevano) finivano per interessare l'amministrazione della giustizia... e proprio le prigioni ospiteranno la domenica successiva un'ideale conclusione della giornata rievocativa. Il 2 ottobre andrà infatti nuovamente in scena il “Teatro in galera”, dove questa volta i crimini e le storie narrate avranno il gioco come elemento comune.

Naturalmente non mancheranno il Mastro Armaiolo, il Falconiere, il Predicatore e tutte le altre figure che contribuiranno a ricreare l'atmosfera di un piccolo borgo nel XVI secolo. Quest'anno poi, giunti direttamente dalla vicina Repubblica di Lucca, sugli spalti del castello saranno disposti i primi modelli di cannoni, che in quegli anni andavano cambiando i campi di battaglia e le fortificazioni.

Nella taverna sarà possibile degustare menu a tema, bere l'ippocrasso appositamente preparato, e magari incontrare loschi figuri intenti a giocare ai dadi.

Biglietto d'ingresso 4 euro, gratuito per i bambini. Tutte le informazioni nel seguente link di approfondimento.



Link di approfondimento:
>> IL CASTELLO DI LARI

Documento da scaricare:
locandina


Elenco News
Copyright © Comune di Lari - Piazza Vittorio Emanuele II, 2 56035 - Lari (Pisa)
Telefono 0587 687511 - Fax 0587 687575 - Partita Iva 00350160503
Posta Elettronica Certificata: comune.cascianatermelari@postacert.toscana.it