CONCORSI E SELEZIONI   BANDI DI GARA  NEWS
 HOME   MAPPA   CONTATTI CERCA:
 
   SERVIZI ON LINE   RICETTIVITÀ   EVENTI
22 novembre 2017  
ORGANI ISTITUZIONALI
> Giunta
> Consiglio
ISTITUZIONALE
SERVIZI
> Struttura dell'Ente
> Ufficio Staff del Sindaco
> Segretario Comunale
> Risorse al Cittadino
> Affari Generali
> Tecnico
> Vigilanza
AREE TEMATICHE
> Scuola
> Sanità
> Urbanistica
> Cultura e Sport
> Politiche Sociali
> Servizi Demografici
> Tributi
> Attività Prod.Commercio
> Vigilanza
> Ufficio Stampa
> Elettorale
> Sviluppo Informatico e    Tecnologico
> Incarichi professionali
> Ambiente
> Protezione Civile
> Formazione
> URP
> Matrimonio
> Opere Pubbliche
> EMAS
> Manutenzioni
> Lavori Pubblici - Espropri
BANDI CONCORSI AVVISI

> Avvisi
> Bandi di Gara
> Esito Bandi di Gara
> Concorsi e Selezioni
> Esito Concorsi

UTILITY
> Numeri Utili
> Link
AREA RISERVATA
username

password
PRATICA - 09 - MISURE DI PREVENZIONE E LOTTA ATTIVA INCENDI BOSCHIVI SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE.
 Stampa la pagina
Oggetto della pratica 09 - MISURE DI PREVENZIONE E LOTTA ATTIVA INCENDI BOSCHIVI SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE.
Informazioni generali Il sindaco Mirko Terreni - con ordinanze sindacali n.15 e n.16 - ha adottato le misure di prevenzione e di lotta agli incendi boschivi sul territorio comunale nel periodo estivo. Il fenomeno degli incendi e’ sovente provocato infatti dall'uso indiscriminato e scorretto del fuoco per la ripulitura di argini, campi, fossati, calanchi, allo scopo di liberare gli stessi dalla vegetazione spontanea.
Pertanto con ordinanza n.15 il sindaco ordina:
1- il divieto assoluto di
• accensione di fuochi e carbonaie;
• abbruciamento di residui vegetali;
• uso di strumenti o attrezzature a fiamma libera o che possano produrre scintille o faville;
• accumulo e stoccaggio all’aperto di fieno, paglia, o altri materiali facilmente infiammabili;
• qualsiasi tipo di operazione che possa creare pericolo mediato o immediato di incendi;
nei seguenti siti:
• nei boschi, negli arbusteti e nelle aree assimilate di cui all’art. 3 della Legge Forestale Toscana;
• negli impianti di arboricoltura da legno di cui all’art. 66 della Legge Forestale Toscana;
• nei terreni incolti ed in quelli con presenza di stoppie o arbusti;
• in una fascia contigua alle aree di cui ai precedenti punti 1, 2 e 3 di larghezza non inferiore a 200 metri, qualunque sia la destinazione dei terreni della fascia stessa;

2-il divieto assoluto di abbandonare e gettare, anche da automezzi in transito, oggetti o materiali di qualunque tipo che possono dare innesco al fuoco o favorirne la propagazione;

3 -ai proprietari di terreni di garantire il buono stato di manutenzione della viabilità campestre e poderale di specifica pertinenza, al fine di consentire una agevole percorribilità ai mezzi di soccorso e/o di pronto intervento in caso di incendio.

4- ai proprietari ed ai possessori di tutte le aree potenziali siti di innesco di incendi boschivi ossia: bosco, aree assimilate, impianti di arboricoltura da legno, terreni incolti, coltivi e pascoli situati entro 50 metri dalle aree boscate colpite o minacciate da incendio, di garantire il libero accesso per le operazioni di spegnimento e di mettere a disposizione la manodopera idonea e le attrezzature di cui hanno la disponibilità.

Con ordinanza n.16 , invece, il sindaco ordina a tutti i proprietari di terreni e fondi adiacenti a strutture viarie e circostanti insediamenti o edifici civili e industriali o strutture ricettive di provvedere immediatamente alla:
1 - Realizzazione di fasce di salvaguardia/parafuoco di protezione e di sicurezza per gli eventuali insediamenti presenti per un’ampiezza di ml. 20,00 a mezzo di:
- taglio della vegetazione incolta ed arbustiva, taglio degli arbusti e delle sterpaglie cresciute anche impropriamente;
- lavorazione andante e falciatura della vegetazione erbacea;
- spalcatura delle conifere;
- diradamento o conversione all’alto fusto delle latifoglie;
- dei boschi misti conifere-latifoglie qualunque intervento volto a favorire l’affermazione delle latifoglie;

2 - Divieto di lasciare in deposito su dette fasce e sui terreni in genere accumuli di sterpaglia, di sottobosco o di ramaglie ossia di materiale vegetale in genere tale da poter divenire elementi di potenziale innesco o propagazione di incendi;


Si ricorda inoltre che chiunque avvisti un incendio in atto è tenuto prioritariamente ad informare:
• SOUP - (Sala Operativa Unificata Permanente) della Regione Toscana
n. verde 800-425425 - ATTIVO 24 ORE SU 24 PER 365 GG. L’ANNO

• COP (Centro Operativo Provinciale) della Provincia di Pisa
n.tel. 050-3160126 ATTIVO ORE 8/20 DAL 30.06.2012

- L'esistenza di un incendio e l’inosservanza dei disposti dell'ordinanza può inoltre essere comunicata anche ad uno dei seguenti organi:

• Pronto intervento VV.F. (n. Tel. 115);
• Distaccamento Volontario Vigili del Fuoco di Lari (n. Tel. 0587/687102)
• Emergentisti della Misericordia ( n.Tel. 0587 - 685088 )
• Emergenza ambientale Corpo Forestale dello Stato ( n. Tel. 1515);
• Pronto Intervento Carabinieri; (n. Tel. 112);
• Pronto intervento Polizia di Stato ( n. Tel. 113);
• Pronto intervento Guardia di Finanza (n. Tel. 117);
• Stazione Carabinieri di Lari ( n. Tel. 0587 - 684115 );
• Ufficio Tecnico Comune di Lari (n. Tel. 0587/687521-3-4-8)
• Ufficio Polizia Municipale Lari ( n. Tel. 0587 - 686111 );
• N. Tel. Mobile Polizia Municipale ( n. 329/6503552 e 329/6503567 );


Link esterni:

> Spot antincendio boschivo sul sito del Corpo Forestale dello Stato

A chi rivolgersi Dott.Arch.  Giancarlo Montanelli
E-mail
Documentazione da scaricare
BROCHURE “GLI INCENDI BOSCHIVI IN TOSCANA... AIUTATECI A PREVENIRLI ...” [ 2662 Kb]
INFORMATIVA PREVENZIONE INCENDI [ 133 Kb]
ORDINANZE n.15 e n.16  [ 274 Kb]
Ultima Revisione: 10/7/2013 Dott.Arch. Giancarlo Montanelli
INDIETRO
Copyright © Comune di Lari - Piazza Vittorio Emanuele II, 2 56035 - Lari (Pisa)
Telefono 0587 687511 - Fax 0587 687575 - Partita Iva 00350160503
Posta Elettronica Certificata: comune.cascianatermelari@postacert.toscana.it